La coltivazione del pistacchio

3 settimane ago

La coltivazione del pistacchio in Spagna non è ancora la maggioranza, ma è aumentata notevolmente negli ultimi dieci anni e continua ad aumentare notevolmente. Le chiavi del suo successo sono la grande redditività che offre la coltura, che anche se ci vogliono alcuni anni per produrre benefici, ne esce molto favorita a lungo termine. Se hai il coraggio di fare il grande passo e vuoi imparare a coltivare pistacchi, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui mostriamo una guida alla coltivazione del pistacchio.

Indice
  1. Dove coltivare il pistacchio
  2. Terreno per pistacchio
    1. Gestione del suolo per pistacchio
  3. Irrigazione di pistacchio
  4. Letame di pistacchio
  5. La semina del pistacchio
  6. La collezione di pistacchi
  7. Parassiti e malattie

Dove coltivare il pistacchio

L'area di coltivazione ideale per una piantagione di pistacchi è quella che si trova a una latitudine tra 30 e 45º N, cioè la striscia che comprende gli Stati Uniti meridionali, il Medio Oriente, la Cina e l'area mediterranea. È vero che il pistacchio è un albero straordinariamente resistente, che tollera temperature estreme sia che si tratti di calore, resistendo fino a 45ºC, sia freddo, potendo resistere fino a -7 ºC senza problemi, ma se vogliamo ottenere una produzione ottimale, il clima per la coltivazione dei pistacchi deve soddisfare i seguenti punti: ha bisogno di molto calore durante i tre mesi estivi e di un ambiente il più asciutto possibile in modo che non si manifestino malattie.

in modo che le malattie non appaiano. Ha anche bisogno di freddo in inverno in modo che la pianta subisca riposo vegetativo e ricresca fortemente in primavera.

in modo che la pianta subisca un riposo vegetativo e ricresca fortemente in primavera. Il livello appropriato di precipitazioni è di 500-600 mm all'anno. È possibile crescere piovoso, ma darà meno produzione.

. È possibile crescere piovoso, ma darà meno produzione. Per quanto riguarda il vento non è un problema, perché favorisce la secchezza e può anche resistere a venti violenti, anche se le brezze delicate aiuteranno i frutti a tramontare.

Non importa se ci sono gelate, dal momento che l'albero li resiste e, inoltre, fiorisce tardi, in aprile o maggio.

Terreno per pistacchio

Quando si tratta di piantare pistacchi, la preparazione del terreno è semplice ma importante. Questo albero preferisce valori di pH del suolo tra 6.0 e 8.0. Si adatta a tutti i tipi di substrati, anche molto alcalini o leggermente acidi, oltre a quelli poveri, calcarei o salini, ma quelli che danno i migliori risultati sono terreni sabbioso-argillosi, profondi e con un buon drenaggio. Vale la pena ricordare che, sebbene non ci sia l'abitudine di coltivare il pistacchio in terreni fertili e profondi, la verità è che questo tipo di substrati dà ottimi risultati con l'albero, arrivando a fornire produzioni fino al doppio.

Gestione del suolo per pistacchio

La gestione del suolo dipenderà dal tipo di gestione del suolo applicato. Se l'albero sta per essere coltivato come un tradizionale alimentato a pioggia, la cosa usuale è quello di coltivare il terreno, prima facendo tra uno e due passaggi profondi con ripuntatore che fluff il terreno e dargli una migliore capacità di assorbimento d'acqua, e poi in estate per passare regolarmente il coltivatore per tenere a bada le erbacce. Il pistacchio può anche essere coltivato con copertura vegetale, quindi la falciatura frequente è la cura più importante.

Irrigazione di pistacchio

Come già accennato, l'albero di pistacchio ha bisogno di circa 500-600 mm a seconda della sua varietà e, sebbene possa sopravvivere con molto meno e resistere a siccità fino a 5 anni, ciò influenzerà notevolmente la sua produzione. Se si tratta di una zona arida senza piogge e vogliamo mantenere l'albero forte, sarà necessario avere dotazioni irrigue di circa 5000 m3 per ettaro. Naturalmente, è molto meglio applicare frequenti annaffiature in una piccola quantità rispetto al contrario, perché una delle poche cose che l'albero non tollera sono il ristagno. Potresti anche essere interessato a sapere quando innaffiare le piante in questo altro post.

Letame di pistacchio

Nel caso di questa pianta, l'azoto è l'elemento più importante per ottenere uno sviluppo adeguato, poiché la mancanza di esso provoca una notevole diminuzione della resa durante il periodo di produzione. Un contributo abituale di fertilizzante è compreso tra 3,5 e 5,5 kg di NPK 12-12-17 a cui viene aggiunto 2MgO per albero maturo. Questo viene aggiunto tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, e durante la primavera NPK 15-15-15 viene applicato di nuovo questa volta in una forma solubile nell'irrigazione. Se vengono somministrati molti dadi vuoti, può implicare una mancanza di potassio, che deve essere corretto anche dal fertilizzante. Un altro modo alternativo ed ecologico per gestire questo utilizzando letame, che dà grandi risultati. Tra 10 e 20 tonnellate di letame per ettaro all'anno o ogni due anni sono generalmente sufficienti, anche il superamento non è conveniente.

La semina del pistacchio

Se non si acquistano le piante innestate, il che è più comune nel caso delle fattorie, è meglio germinare i semi prima di piantarli. Seguire questi passaggi: Lasciare i semi in ammollo durante la notte e poi piantarli in una pentola o semenzaio, tra 2 e 5 cm di profondità e in un luogo illuminato. Preparare il terreno per il trapianto, formando tumuli alti 5 cm dove andrà ogni piantina. Questo serve a prevenire il ristagno alle radici. Trapiantare i germogli nella loro posizione finale quando vengono coltivati, sempre durante l'inverno, quando la pianta è in riposo vegetativo. Mantenere il terreno pulito da erbacce e residui vegetali di qualsiasi tipo. Differenziare gli alberi maschili e femminili prima della prima potatura di formazione, che avverrà quando gli alberi sono alti circa due metri. Nelle femmine è importante non tagliare i polloni che sono alti tra un metro e due metri, mentre nei maschi non è necessario. A questo punto, il taglio è una buona opzione a causa del tempo necessario al pistacchio per dare i suoi frutti. Qui ti diciamo di più su come germinare un seme. Puoi anche dare un'occhiata a questo altro articolo su Come piantare pistacchi.

La collezione di pistacchi

La raccolta del pistacchio avviene tra la fine di agosto e l'inizio di settembre, anche se varia a seconda della zona specifica. L'albero impiegherà tra i 3 e i 7 anni per dare il suo primo raccolto, raggiungendo la sua produzione ottimale intorno agli 8 anni. È noto quando è il momento ottimale per la raccolta perché la buccia si separa un po ' dalla buccia e il frutto appare più opaco. Non raccogliere prima di questo momento, e nemmeno dopo. Non sorprenderti se il tuo pistacchio porta frutti solo ogni due anni, o dà un raccolto ad alto volume un anno e uno molto più scarso il prossimo: molte varietà funzionano in questo modo naturalmente. Una volta raccolti, i frutti possono essere puliti, ordinati e arrostiti per il consumo. Refrigerati durano fino a 6 settimane, mentre congelati possono farlo fino a 6 mesi.

Parassiti e malattie

Per finire di conoscere le nozioni di base sulla coltivazione del pistacchio, tieni presente che è un albero molto forte che non è affetto da molti parassiti o malattie. Uno dei principali pericoli per il raccolto, tuttavia, sono gli uccelli, che possono mangiarne molto. Si consiglia di spaventarli via con CD o elementi luminosi appesi ai loro rami. Inoltre, l'umidità eccessiva può anche essere il suo nemico, marcendo le sue radici e favorendo la comparsa di funghi e altre condizioni.

Saverio Bianchi

Fan e appassionato di giardinaggio e fiori in generale!

Go up