Whorls: cosa sono e cosa sono

1 settimana ago

Le spirali sono conosciute come l'insieme di foglie, rami e fiori che nascono alla stessa altezza, o dallo stesso nodo, rispetto al gambo della pianta. Queste formazioni articolari dei diversi organi della pianta hanno sia una funzione strutturale che riproduttiva, specialmente quando parliamo delle verticilli floreali. In questo articolo di EcologíaVerde vogliamo insegnarti un po ' di più sulla morfologia delle piante in modo da aumentare le tue conoscenze sulla botanica. Unisciti a noi un po ' di più per sapere quali sono le spirali e quali sono le più importanti.

Indice
  1. Quali sono le spirali floreali e fogliari
    1. Foglie verticillate
    2. Spirali floreali
  2. Quali sono le spirali floreali e le loro parti
    1. Androceo
    2. Calice
    3. Gyneceo
    4. Corolla
  3. Altre parti del fiore

Quali sono le spirali floreali e fogliari

Prima di iniziare a spiegare in profondità cosa sono le verticilli floreali, è importante sapere che, come abbiamo sottolineato nell'introduzione, anche altri organi vegetali (come foglie o rami) compongono le verticilli.

Foglie verticillate

In questo modo, possiamo classificare le piante in base alla disposizione delle loro foglie: foglie alterne o quelle che sono disposte attorno al fusto e foglie verticillate, quelle che sono disposte in verticilli o che nascono nello stesso nodo.

Spirali floreali

Per quanto riguarda il fiore, ricorda che è la struttura riproduttiva più caratteristica delle piante da fiore. I fiori sono formati da un insieme di foglie modificate che si originano una volta che la pianta ha raggiunto il suo stadio adulto e che di solito si distinguono per la loro colorazione. Quindi, possiamo distinguere alcune parti principali: peduncolo, calice, corolla, androceo e gineceo. Tutte queste strutture che compongono il fiore sono conosciute come spirali floreali. Così, come accade con le foglie, possiamo fare una classificazione dei fiori in base alle loro verticilli: Acclamidea: quei fiori senza perianzio, noti anche come fiori nudi.

: quei fiori senza perianzio, noti anche come fiori nudi. Chlamydia: Quei fiori con un perianzio, noto anche come fiori vestiti. A loro volta, i fiori si distinguono anche l'uno dall'altro a seconda del perianzio di esso. Ricorda che il perianzio è chiamato l'insieme di buste floreali che proteggono gli organi riproduttivi del fiore, cioè il calice e la corolla. Una volta compreso questo punto, i fiori sono divisi in: Monoclamidea, quando hanno solo il calice.

, quando hanno solo il calice. Diclamydia, quando hanno due spirali sul perianzio.

, quando hanno due spirali sul perianzio. E quando ne hanno due, ne hanno due, ne hanno due, ne hanno due, ne hanno due, ne hanno due, ne hanno due.

, quando hanno due spirali simili. Eteroclamidea, quando sia la corolla che il calice sono differenziati.

Quali sono le spirali floreali e le loro parti

Successivamente, parleremo delle spirali floreali o di quelle strutture che compongono quello che viene chiamato un fiore. Li classificheremo in due gruppi:

Androceo

e genic: queste due spirali floreali possono essere sole o coesistenti.

questi due spirali floreali possono essere soli o coesistenti.

Calice

e corolla: questi due pezzi foliacei costituiscono ciò che è noto come perianzio. L'androceo è l'organo sessuale maschile del fiore. È formato dagli stami che, allo stesso tempo, hanno un filamento con un sacco chiuso proprio all'estremità che è chiamato antera. L'antera è responsabile della conservazione del polline. Gli stami possono essere presentati sia uniti che liberi e, inoltre, raggruppati in modi diversi: stami monadelfi, quelli che sono uniti dai filamenti in un unico fascio.

, quelli che sono uniti dai filamenti in un singolo fascio. Stami diadelfi, quelli che hanno due fasci.

, quelli che hanno due raggi. Stami Polyadelphous quelli che hanno più di due fasci.

quelli che hanno più di due raggi. Stami syngeneici quelli che sono uniti dalle antere in un unico fascio.

quelli che sono uniti dalle antere in un unico fascio. Stami didynamos formato da due stami lunghi e due corti.

formato da due stami lunghi e due corti. Stami tetradinamici formati da quattro stami lunghi e due corti.

Gyneceo

È l'organo sessuale femminile in cui sono racchiusi alcuni corpuscoli la cui funzione è quella di originare ciò che conosciamo come semi. Nel gineceo, che è formato da capella, ci sono l'ovaia, lo stile e lo stigma. Questo può essere classificato come Monocarpello quando è costituito da un unico foglio di carpello che, inoltre, è saldato su se stesso.

quando è costituito da un unico foglio di carpello che, inoltre, è saldato su se stesso. Multicarpellare, quando è costituito da diverse foglie carpellari. In questo caso sono anche divisi in due: sincarpici, quelli che hanno le foglie carpellari saldate, e dialicarpellari, quando le foglie carpellari sono libere. Calice Il calice è formato dai sepali, foglie modificate di solito di colore verdastro e svolge una funzione protettiva. A seconda di come sono disposti i sepali, possiamo differenziarli: Dialisepali, quando sono liberi.

quando sono liberi. Gamosepalo, quando sono soldati. I sepali possono anche essere classificati in base alla loro durata in effimeri o fugaci. Cioè, se viene rilasciato quando il fiore si apre dopo la fecondazione o se rimane ad accompagnare il frutto.

Corolla

La corolla è formata dai petali, che sono foglie modificate con forme e colori attraenti per ottenere l'impollinazione. Allo stesso modo che accade con il calice, si differenzia anche in dialipeta o gamopetale a seconda di come si trovano i petali, liberi o saldati rispettivamente.

Altre parti del fiore

Ora che sai cosa sono le verticilli e cosa sono, scopriamo altre parti del fiore che sono importanti da sapere: Peduncolo: l'ultima parte del gambo che contiene il fiore è chiamata peduncolo. Il peduncolo è un pedicello sottile che è responsabile del fissaggio del fiore allo stelo. Quando il fiore lo ha, è classificato come un fiore peduncolato. D'altra parte, quando cresce da esso è conosciuto come un fiore sessile o seduto. Di solito è di colore verde e con una forma cilindrica, così come può avere dimensioni varie a seconda della specie.

: l'ultima parte del gambo che contiene il fiore è chiamata peduncolo. Il peduncolo è un pedicello sottile che è responsabile del fissaggio del fiore allo stelo. Quando il fiore lo ha, è classificato come un fiore peduncolato. D'altra parte, quando cresce da esso è conosciuto come un fiore sessile o seduto. Di solito è di colore verde e con una forma cilindrica, così come può avere dimensioni varie a seconda della specie. Ricettacolo: noto anche come asse floreale, è la parte allargata che segue il peduncolo e dove si trovano il resto dei verticilli floreali. Cioè, il calice, la corolla, l'androceo e il gineceo. Scopri di più sulle parti del fiore e le sue funzioni leggendo questo altro articolo.

Saverio Bianchi

Fan e appassionato di giardinaggio e fiori in generale!

Go up